Costruire un pannello tamburato

  • by

I pannelli di tamburato offrono robustezza e precisione e vengono incontro alle esigenze di ampie dimensioni che non sono ottenibili con legno massello.

Oltre a queste caratteristiche meccaniche – fisiche, questi pannelli permettono di ottenere un ottimo rapporto prezzo/volume.

Di fatto si tratta di due pannelli sottili mantenuti a distanza uniforme, per costruire un pannello con spessore maggiore (qualche centimentro).

Gli utilizzi più comuni sono ante di armatdi e mensole, ma anche intere librerie quando lo spessore (spesso per ragioni estetiche) è alto.

La realizzazione pratica non presenta particolari difficoltà teoriche, vanno però tenuti presenti alcuni accorgimenti perchè il passaggio dalla teoria alla pratica ha successo quando si fa tesoro dell’esperienza (propria o altrui).

La teoria dice che il pannello si realizza con due pannelli esterni (detti pelli) incollati sulle due superfici di una struttura reticolare. Il reticolo è spesso realizzato con nido d’ape, una struttura di cartone pressato con trama esagonale.

Nella descrizione che propongo qui realizzeremo anche questo reticolo a mano con dei listelli.

I problemi più comuni da affrontare riguardano l’imbarcatura e l’incollaggio.

Per le pelli, i materiali più indicati sono il compensato e l’MDF. Il secondo è ideale se vogliamo realizzare una finitura con laccatura.

Il reticolo va realizzato con listelli tutti dello stesso spessore per garantire una distanza uniforme. Per evitare che col tempo si scollino i pannelli o si curvino i listelli, si suggerisce di effettuare tagli perpendicolari alle fibre ogni cinquanta centimetri. Questo non deve spaventare: il compito dei listelli è mantenere le distanze, la tenuta è garantita dalle pelli.

Il disegno del reticolo deve essere tale da non creare zone chiuse, ma un unica camera d’aria.

Vanno poi finiti i bordi. Per fare questo si può utilizzare il telaio del reticolo o incollare dei listelli per creare una cornice. è differente il risultato estetico, quindi la scelta dipende dal risultato finale desiderato.

Come si procede:

La prima cosa da fare è disegnare e realizzare il reticolo con dei listelli.

Si incolla su questo la prima pelle. Per evitare che la colla (vinilica) crei scivolamenti, si possono utilizzare dei chiodini che sporgono dai listelli.

Con una pressa autocostruita (un pannello più ampio di quello che stiamo realizzando e dei pesi sopra) si lascia asciugare.

Lo stesso incollaggio si effettua per la seconda pelle.

Il pannello è quasi pronto. Vanno poi rifiniti i lati. Per fare questo il pannello è stato realizzato più grande del necessario e con la sega circolare lo rifiniamo.

Se necessario si stuccail bordo e con il compressore e aerografo si pittura: vernice di fondo e smalto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *